BENVENUTI NEL BLOG DI MANUELA

martedì 27 marzo 2012

Percorso di Refrontolo: Mondaresca e Molinetto

Eccomi con la descrizione del secondo percorso di Refrontolo passando per i sentieri 018, 001 e 002. Parto sempre dalla piazza di Refrontolo e in pochissimo tempo, tramite pista ciclabile, arrivo ad imboccare il sentiero 018 che si trova immediatamente dietro ai "giochi di Refrontolo". Dopo un km circa di strada asfaltata si trova il sentiero in discesa, passo la frana e arrivo al bivio segnalato dell'altra volta ma oggi, invece di scendere verso il Molinetto della Croda prendo la strada in salita. Qui il percorso è segnalato su rocce e alberi con le classiche barre orizzontali rossa, bianco, rossa e si inerpica sulla collina attrezzata a terrazze per la coltivazione della vite. Subito diventa stretto, nel momento stesso in cui ci si inoltra in un boschetto e, sempre in salita, si corre lungo costa. Forse il punto più bello, con sottobosco a erica rosa e vari fiori primaverili e un panorama veramente mozzafiato su queste colline così aguzze che richiamano molto nella forma le guglie di un duomo. Si tratta senza dubbio di formazione morenica visto che manca la forma tondeggiante e sono tutte a canaloni e discese inacessibili. Uscita dal sentiero a strapiombo (e dai miei pensieri), ecco un altro bivio: Mondaresca e bivacco oppure le vecchie miniere. Il mio senso dell'orientamento mi dice che il secondo mi porterà al Molinetto ma quando mi accingo ad affrontarlo vengo accolta da un cartello che così recita: Attenzione! Sentiero pericoloso e con frane! Con un colpo d'occhio guardo la discesa su una costa con pendenza a destra e sinistra, pochi alberi per tenersi in caso scivoli e decido che ... è troppo da affrontare da sola, pur che sia munita di cellulare. Aggiro l'ostacolo e proseguo per il ristorante Mondaresca (già nel comune di Arfanta), ancora viti, qualche casa abbandonata e un sentiero sterrato ma molto largo con scoiattoli che ti seguono incuriositi saltando dai rami. Ed ecco un altro sentiero (1085 se non ricordo male) con una discesa cementata e asfaltata chilometrica che porta al comune di Arfanta di Tarzo. All'incrocio la prima a sinistra con lampante indicazione per il Molinetto della Croda! Bellissimo anche questo tratto con strada sterrata, in lievissima discesa e con costante presenza a sinistra di un rivoletto d'acqua che si fà via via più grosso e che presumo vada a formare la piccola cascata del vecchio mulino. Quando esco so già dove mi trovo. Passo il Molinetto e dopo poco giro a sinistra seguendo le indicazioni del sentiero per Vallotai e giochi di Refrontolo e ritrovo il percorso della scorsa settimana chiudendo in circa 14 km.

1 commento:

  1. Bello bello bello!Domenica lo proviamo...sempre che mi aspetti!!!

    RispondiElimina